Come si fa il pane senza lievito

Adatto anche agli intolleranti, il pane senza lievito è sempre più amato per la sua digeribilità e velocità di preparazione. Ma come si fa? Scopriamolo!

chiudi

Caricamento Player...

ll pane senza lievito è anche detto pane azzimo o pane irlandese. Oggi rappresenta un’ottima alternativa al pane tradizionale con il lievito, soprattutto per chi soffre di intolleranza a questo alimento. Ma non solo: risulta sempre più apprezzato dai tanti che desiderano evitare i tanti effetti negativi del lievito sul nostro organismo come gonfiori addominali e pesantezza. Inoltre l’assenza del lievito dimezza i suoi tempi di preparazione quindi è particolarmente indicato per chi desidera gustare un pane sano, fatto in casa, ma non ha tanto tempo a disposizione. Ma come si fa? Scopriamolo in questa ricetta del pane senza lievito

Pane senza lievito o azzimo: la ricetta veloce

DIFFICOLTÀ: 1

TEMPO DI RIPOSO: 1 ora

TEMPO DI PREPARAZIONE: 30 minuti circa

Ingredienti per la preparazione del pane senza lievito

  • 100 gr di farina
  • 70 ml circa di acqua
  • sale q.b.

Preparazione del pane senza lievito

La sua preparazione, come detto, è molto semplice. La prima operazione da fare è di preparare il piano da lavoro. Disporre la farina a fontana e versarvi al suo interno acqua, sale e mezzo cucchiaino d’olio. Dopodiché, aggiungere ancora la parte restante di acqua e impastare il tutto. Continuare finché il composto non sarà diventato del tutto omogeneo. Dovrà rimanere leggermente appiccicoso. A questo punto formare una palla con l’impasto, avvolgerlo nella pellicola e lasciare riposare per circa un’ora a temperatura ambiente. Dopo un’ora di riposo, suddividere l’impasto in 5 o 6 panetti più piccoli e lavorarli con un matterello. A questo punto ottenere dei dischi di pasta abbastanza sottili e procedere con la cottura.

La cottura del pane senza lievito

Per la cottura, anch’essa molto semplice, basta seguire questi semplici passaggi. Prendere una pentola antiaderente e, con l’aiuto di un po’ di carta assorbente, ungerla con un po’ d’olio. Farla scaldare su di un fuoco di media intensità. Cuocere i dischi nella padella, uno per volta, con il coperchio. Basteranno 3 minuti per ogni lato. Saranno pronti non appena sulla loro superficie si saranno formate delle bolle. A questo punto avremo a disposizione un pane senza lievito gustoso da abbinare a tutto ciò che desideriamo. 

pane senza lievito azzimo

Differenze, usi e ricette

Il mondo del pane è da intendere come un ambito molto più vasto e come un concetto che, seppur sia molto variegato, valica i confini e unisce i popoli. La differenza fra il pane tradizionale e quello cosiddetto azzimo sta, appunto, nella mancanza del lievito. Così è inteso nella cultura culinaria tradizionale italiana e nella dieta mediterranea (all’interno della quale il pane ha sempre occupato un posto d’onore). Nella nostra tradizione, infatti, al termine “pane” si associa un prodotto da forno ottenuto dalla fermentazione e, poi, dalla lievitazione di un impasto. Tuttavia non sempre è così: in alcune culture, come quella dei Paesi Medio-orientali il pane è solitamente senza lievito e non è salato. In questi Paesi viene utilizzato per accompagnare verdura, pesce o carne e, a volte, viene usato al posto delle posate.

Tipi di pane senza lievito 

Come detto, il mondo del pane è davvero poliedrico e ricco di sfaccettature. Esistono, infatti, infinite versioni di pane senza lievito. La variabile principale è la farina utilizzata. Uno dei migliori, adatto anche per i celiaci, è quello di ceci o di mais. Le possibilità, tuttavia, sono infinite. Basta munirsi di tanta creatività.

Proprietà e calorie: il pane senza lievito fa dimagrire?

Il pane, a base di farina di grano, è un alimento ad alto contenuto di carboidrati e, quindi, di zuccheri. Va ricordato che, secondo recenti studi ogni giorno l’apporto calorico derivante da carboidrati non dovrebbe superare il 50% del totale. La versione “senza lievito” ha gli stessi valori nutritivi di quello tradizionale perchè quello che viene meno è, appunto, solo il lievito. Eliminare il lievito non aiuta a dimagrire, come in molti pensano, ma permette di evitare il naturale senso di gonfiore che il lievito può portare, spesso unito a senso di stanchezza. Quindi, si tratta sì di un pane molto più digeribile rispetto a quello tradizionale e ugualmente adatto ad una dieta alimentare sana. Tuttavia non bisogna dimenticare che il lievito ha anch’esso un valore nutritivo: è infatti ricco di vitamine del gruppo B e minerali e, eliminandolo, ci si priva anche di questi componenti.

Le calorie a confronto

Come detto, il pane senza lievito è un falso amico della linea. Lo provano anche le calorie a confronto: ogni 100 g di pane azzimo si contano circa 361 Kcal. Ogni 100 g di pane tradizionale si contano circa 275 Kcal.

 FONTE FOTO: Pixabay