Ingredienti:
• 1 radice di daikon
• 1 cucchiaio di olio
• 1 limone
• sale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 5 min
cottura: 00 min
kcal porzione: 30

Scopriamo insieme come gustare il daikon crudo e come cucinarlo con la ricetta facile. Un contorno sfizioso ottimo in abbinamento ai fritti.

Il daikon, anche detto ravanello cinese o radice di daikon, è un ortaggio simile a una grossa carota, di colore bianco e dal sapore simile a quello del ravanello. Per godere appieno delle sue infinite proprietà, andrebbe gustato crudo. In tal senso la parte migliore del daikon crudo e quella in prossimità delle foglie, la punta invece è ideale cotta al vapore e saltata in padella.

Il daikon è ottimo in abbinamento a fritture e piatti ricchi di grassi perché la sua composizione permette di smaltirli più velocemente. Ecco quindi che è largamente impiegato nelle diete per perdere peso perché a fronte di elevato contenuto di sali minerali, fibre, potassio, magnesio e vitamine del gruppo B e C, ha solo 15 kcal per 100 g di prodotto.

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Daikon crudo
Daikon crudo

Come gustare il daikon crudo

Cucinare questa rapa bianca è piuttosto semplice questo perché assomiglia in tutto e per tutto ad una carota. Sebbene sia una radice piccante, il ravanello cinese appartiene alla stessa famiglia dei cavoli e delle verze e le sue foglie sono simili a quelle delle rape.

  1. Come prima cosa sciacquatelo sotto acqua corrente. Dividetelo quindi circa a metà e mettete da parte quella inferiore, la punta. Sbucciate quella superiore aiutandovi con un pela patate e grattugiatela con una grattugia a fori grossi. Otterrete così un taglio simile a quello a julienne ma molto più veloce.
  2. Trasferite la rapa grattugiata in una ciotola e conditela con succo di limone, olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. A piacere potete aggiungere dei semi di sesamo.
  3. Per un sapore più particolare, provate a condire il daikon crudo con l’acidulato di umeboshi, una sorta di aceto ottenuto dalle prugne dolci fermentate.

Come cucinare il daikon

  1. La parte di daikon rimasta tagliatela a cubetti, oliatela e cuocetela in forno a 180°C per 30 minuti.
  2. A cottura ultimata dovrà risultare tenera. Conditela con sale e abbondanti erbe aromatiche tritate fresche.

Scoprite anche tutti i benefici del daikon!

Conservazione

Il daikon si conserva intero in frigorifero nell’apposito scompartimento dedicato a frutta e verdura per massimo 4-5 giorni. Potete anche tagliarlo a pezzi, porzionarlo in appositi sacchetti per il gelo e congelarlo in freezer.

3/5 (9 Reviews)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Cucina vegana

ultimo aggiornamento: 13-11-2020


Polpettone napoletano: il secondo più goloso (e ricco) che c’è

Alla scoperta del brunch: che cos’è e 5 ricette da provare!