Tradizione, qualità e cultura enogastronomica saranno le protagoniste di due weekend nella città di Lucca, dove torna per il 18esimo anno Il Desco.

Terra di “sapori e saperi” antichi e nuovi, di tradizioni e innovazioni culinarie, di prodotti che conservano ieri come oggi altissima qualità e valore, la Toscana nord-occidentale si mette in mostra ogni anno nel corso di due fine settimana, e con lei, viene fatto sfoggio di tutta la migliore cultura enogastronomica della zona. Anche per il 2023, torna infatti Il Desco, la mostra mercato più prelibata di tutte, che porta a Lucca le eccellenze della cucina toscana insieme ad un programma ricco di eventi, masterclass e degustazioni. Scopriamolo insieme.

Luogo e date della rassegna enogastronomica

panzanella toscana

10 ricette detox per tornare in forma

Città colma di bellezze e tradizioni, è Lucca ad ospitare annualmente l’evento dedicato ai prodotti e ai piatti tipici del Nord Ovest della Toscana. Insieme a Massa Carrara e Pisa, è infatti uno dei centri principali della zona e racchiude nelle sue famose mura rinascimentali tutta la memoria e la storia dell’arte culinaria e delle produzioni più tipiche, insieme alle innovazioni più originali.

In particolare, la location esatta della rassegna sarà il Real Collegio di Lucca, storico edificio risalente a più di 200 anni fa, situato in pieno centro storico. Qui, saranno i chiostri al pian terreno e il primo piano ad accogliere gli stand degli espositori. Ma Il Desco non si fermerà nei soli confini della città: tutta una serie di attività saranno organizzate nell’intera provincia, per diffondere ulteriormente l’eccellenza e la cultura culinaria.

Per quel che concerne le date, la 18esima edizione della rassegna si terrà nei primi due weekend del mese di dicembre, ossia sabato 2 e domenica 3, e venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 dicembre 2023. I visitatori potranno accedere alla mostra mercato gratuitamente, dalle ore 10.00 alle ore 20.00.

Il programma de Il Desco 2023

Perno centrale di tutta la manifestazione saranno gli spazi dedicati agli espositori, rappresentanti delle produzioni agroalimentari tipiche, così come di quelle biologiche e biodinamiche, nel pieno rispetto dei canoni di qualità e genuinità. Si potrà così trovare un’offerta variegata di prodotti, che vanno dalla salsiccia della Lucchesia, al lardo maritano, all’olio di oliva lucchese DOP, fino al fungo porcino della Garfagnana e ai rinomati vini toscani. Tuttavia, sarà presente anche una rappresentanza di prodotti provenienti dal resto d’Italia, oltre ai banchetti di artigiani con i loro arredi non seriali per la tavola.

Tra panigacci, panzanella, tordelli al ragù e pasta alla trabaccolara, gli alimenti e i piatti della tradizione saranno protagonisti anche delle altre attività in programma. Numerosi gli show cooking organizzati con diversi chef ospiti, come Federica Continanza e Fabio Sassetti. I visitatori potranno poi immergersi in esperienze uniche e suggestive grazie ai laboratori sensoriali, alla scoperta del tè, dell’olio evo o dei grani antichi. Ancora, diversi i convegni e le conversazioni organizzati sui temi del vino, dei piatti tipici, come il castagnaccio, oppure su un argomento interessante come l’intolleranza al lattosio.

Leggi anche
Panigacci: il pane rotondo tipico della Lunigiana

Proseguendo, ci saranno inoltre masterclass e degustazioni di prodotti di pregio come l’olio extra vergine d’oliva e il Parmigiano Reggiano, e anche attività per i più piccoli tra cui i laboratori creativi di disegno con colori naturali ed eventi per conoscere una personalità preminente della città di Lucca, Giacomo Puccini. Insomma, una vera e propria vetrina per mettere “sapori e saperi in mostra”.

Riproduzione riservata © 2024 - PC

ultimo aggiornamento: 27-11-2023


Carlo Cracco apre un nuovo pop up restaurant

RedLove: le mele dalla polpa rossa diventate virali in pochissimo tempo