Ingredienti:
• 150 g di noci
• 30 g di pinoli
• 40 g di Parmigiano reggiano
• 40 g di mollica di pane
• 1 spicchio d’aglio
• 150 ml di latte intero
• olio extra vergine d’oliva q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 5 min

Il pesto o salsa di noci è un sugo dell’antica tradizione ligure ideale per condire primi piatti: morbida cremosa e ricca di gusto. Ecco come prepararla!

Oggi prepariamo una favolosa salsa di noci, un condimento tipico della Liguria che è perfetto per condire dei primi piatti golosi, dalla pasta fino ai ravioli. Questa crema è facilissima da fare, ed è talmente appetitosa che si può gustare anche semplicemente su delle fette di pane, magari abbinandola a del formaggio fresco.

La salsa alle noci è una delle ricette tipiche della tradizione ligure: il suo sapore intenso e cremoso ricorda vagamente quello del pesto, anch’esso prodotto con la frutta secca, ovvero i pinoli. Riuscire a preparare una salsa alle noci che abbia un sapore delicato e non nauseante non è molto facile, ma grazie ai nostri consigli è possibile ottenere un primo piatto perfetto. Vediamo subito tutti i passaggi per realizzare questo meraviglioso pesto di noci!

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Salsa di noci
Salsa di noci

Come fare la salsa di noci

  1. Prendete una pentola piena d’acqua, fatela bollire e quando sarà arrivata alla giusta temperatura, inserite i gherigli di noce. Con questo passaggio potrete eliminare il gusto amaro dato dalla buccia.
  2. Quando avrete atteso 5 minuti, scolate subito le noci e mettetele ad asciugare.
  3. Nel frattempo, mettete in ammollo il pane nel latte e, quando avrà assorbito bene tutti i liquidi, strizzatelo e ricavatene la mollica.
  4. Inseritela in un mixer con il formaggio, le noci, i pinoli e l’aglio, che prima dovrete aver privato dell’anima interna.
  5. Frullate il tutto e inserite a filo l’olio d’oliva gradualmente, che renderà la salsa cremosa. Per aiutarne la consistenza, mettete anche mezzo bicchiere di latte.
  6. Fate attenzione in questa fase a bilanciare bene tutti gli ingredienti: se volete una consistenza più omogenea potete aggiungere ancora del formaggio, altrimenti olio o latte.
  7. Assaggiate la salsa per ottenere un gusto perfetto. Quando la crema di noci sarà diventata della consistenza desiderata, spegnete il frullatore. La preparazione è completa, buon appetito!

La si può utilizzare per condire la pasta corta, come le trofie, oppure quella lunga come gli spaghetti. Provate anche tutte le nostre ricette per fare il pesto e scoprite varianti sempre nuove e gustose!

Salsa di noci: consigli e varianti

In base ai gusti, si possono seguire due processi di lavorazione per i gherigli di noci. Se non vi piace il sapore amarognolo delle noci potete metterli a mollo in acqua bollente per circa un’ora. Dopodiché pelateli uno a uno manualmente così da eliminare la pellicina. Se, invece, apprezzate il sapore caratteristico delle noci fate sbollentare solo per un paio di minuti.

La salsa alle noci con la panna è molto calorica, ma si possono attenuare i grassi e i carboidrati: noi abbiamo infatti scelto non di aggiungere la panna per far legare bene gli ingredienti, ma di sostituirla con il latte. Il risultato sarà sempre ottimo, ma sicuramente più light e avrà una consistenza più liquida.

Se si hanno dei problemi a digerire i latticini o si vuole un’alternativa vegetale, si può provare con un latte di soia o di riso. Attenzione, però, a quale latte vegetale si sceglie perché il sapore finale potrebbe essere alterato dalla dolcezza della mandorla o del riso.

Infine, uno degli ingredienti a cui bisogna fare attenzione nella scelta è l’olio: bisogna utilizzare esclusivamente l’olio extra vergine di oliva.

Avete visto che rapidità? Scoprite anche tutti i nostri primi piatti veloci e anche i nostri sughi veloci per condire una pasta quando siete di fretta senza tralasciare il gusto.

Conservazione

La salsa di noci può essere conservata in frigo per un massimo di una settimana oppure può essere congelata per un paio di mesi.

2.5/5 (2 Reviews)

Melanzane grigliate con melagrana: quando estate e autunno s’incontrano

Broccoli ‘affogati’: un contorno tipico siciliano a base di verdura, vino, toma e alici