Ingredienti:
• 500 g di cavolfiore
• 180 ml di besciamella
• 2 uova
• formaggio grattugiato q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.
• burro q.b.
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 20 min
cottura: 50 min

Lo sformato di cavolfiore è un piatto ricco e invitante, che fa venire l’acquolina in bocca al solo profumo.

Oggi prepariamo un meraviglioso sformato di cavolfiore, una ricetta molto semplice e ma decisamente gustosa se volete portare in tavola un piatto rustico e ricco. Questa preparazione può essere insaporita con tantissimi ingredienti differenti, che si aggiungono agli ingredienti base: cavolfiore, besciamella, uova e formaggio.

Noi oggi abbiamo deciso di inserire del prosciutto cotto, ma potete anche optare per altri affettati, oppure provare con delle olive, dei capperi o persino del tonno. Seguite la ricetta base e operate tutte le modifiche deliziose che vi piacciono!

10 ricette per tenersi in forma

Sformato di cavolfiori
Sformato di cavolfiori

Preparazione della ricetta dello sformato di cavolfiore al forno

  1. Prima di tutto, partite dal cavolfiore, lavatelo accuratamente e tagliate le cimette.
  2. A questo punto cuocetele a vapore per circa 10-15 minuti o lessatele in acqua bollente per circa 5-10 minuti.
  3. In una ciotola, mescolate le uova con la besciamella fatta in casa e preparate il cavolfiore schiacciandolo con una forchetta.
  4. Mescolate la crema grossolana di cavolfiore con il composto di besciamella e uova, sale, pepe e un po’ di formaggio grattuggiato.
  5. Imburrate una pirofila da forno e riempitela, poi concludete con una spolverata di formaggio e cuocete alla temperatura di 180°C per circa una mezz’ora. Quando sulla superficie si sarà formata una crosticina, il vostro formato sarà pronto da portare in tavola.
  6. Fatelo raffreddare leggermente e servitelo. Buon appetito!

Provate anche tutte le nostre ricette con il cavolfiore: da leccarsi i baffi!

Le varianti dello sformato di cavolfiore e qualche differenza

Potete arricchire in tantissimi modi la vostra ricetta di questo timballo di cavolfiore, ad esempio vi consigliamo di aggiungere un po’ di cubetti di prosciutto cotto al composto per renderlo ancora più sfizioso, oppure aggiungere all’interno della mozzarella ben scolata in modo da avere una sorpresa filante a ogni morso. Oppure potete preparare uno sformato di cavolfiore light e senza besciamella, dovrete solo ometterla e procedere con la ricetta senza altri intoppi. Il gusto sarà meno rotondo e goloso, ma è fatto apposta per chi vuole tenere sotto controllo la linea senza rinunciare a questo piatto.

C’è poi, anche, la variante dello sformato di cavolfiore con patate, sostanziosa e buona. Non dovrete fare altro che bollire 2-3 patate in acqua, per circa 20-30 minuti o comunque fino a quando non le trapasserete facilmente con una forchetta. A questo punto spellatele, lasciatele intiepidire e mescolatele ai cavolfiori schiacciati e al resto degli ingredienti.

In ultimo, in molti chiamano questo piatto anche tortino di cavolfiore, si tratta infatti della medesima portata. Non dovete aggiungere farina alla ricetta ma potete sempre personalizzarlo con aromi e gusti diversi dal solito (ad esempio sta benissimo anche l’aggiunta di un po’ di briciole di salsiccia abbrustolite in padella).

Conservazione

Consigliamo di consumare questa ricetta facile entro 1-2 giorni dalla sua realizzazione e cottura. Conservate la pirofila in frigo, ben coperta dalla pellicola trasparente, e al bisogno scaldatela in forno per qualche minuto. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

5/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

ultimo aggiornamento: 15-02-2022


Fettuccine alla papalina, grintosamente gustose!

Storia e gusto nella ricetta dei manfredi con la ricotta