Le tartellette alla pitaya e crema pasticcera sono un dessert unico nella sua golosità, dal sapore fresco ed esotico.

Le tartellette alla pitaya e crema pasticcera sono dei piccoli pasticcini preparati con una base di pasta frolla. Farcite con una vellutata crema pasticcera, le tartellette sono sormontate da un tris di frutti davvero esplosivo nel gusto e nella freschezza: si tratta di mango, fragole e pitaya.

La pitaya, anche conosciuta come frutto del drago o frutto del dragone, è originario dell’America Latina, ed è chiamato così perché in effetti ha tutta l’aria di essere una sorta di pallottola di fuoco “sparata” dalle fauci di un drago.

Questo frutto, che sembra nato dalla fantasia di qualche scrittore, è un vero toccasana per il corpo: betacarotene come se piovesse, antiossidanti, vitamina E, licopene, fosforo… E quale modo migliore per gustarlo, se non in un delizioso pasticcino?

DIFFICOLTÀ: 2

COTTURA: 60′ (varie cotture)

TEMPO di PREPARAZIONE: 40′

INGREDIENTI: *6 PERSONE*

per la pasta frolla:

  • 300 gr. di farina
  • 130 gr. di zucchero
  • 150 gr. di burro
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • scorza di limone grattugiata
  • 1 pizzico di sale

 per la crema pasticcera:

  • 4 tuorli
  • 100 gr. di zucchero
  • 1/2 litro di latte
  • 1 stecca di vaniglia o scorza di limone grattugiata
  • 30 gr. di amido di mais

per la decorazione:

  • fragole
  • mango
  • pitaya o dragon fruit
  • gelatina (facoltativo)

PREPARAZIONE:

Per preparare le vostre tartellette alla pitaya, preparate la pasta frolla seguendo questa ricetta: leggi anche: come fare pasta frolla

Preparate anche la crema pasticcera, seguendo queste indicazioni. Leggi anche: come fare crema pasticcera.

Stendete la pasta frolla con un mattarello, dandole lo spessore di circa 4 millimetri. Con l’aiuto di una forma per dolci o un coppapasta, ritagliate dei cerchietti di pasta.

Disponeteli nelle apposite formine, precedentemente imburrate, bucherellate la pasta con una forchetta e fate cuocere per 10 minuti a 180°.

Una volta che saranno cotte e raffreddate, farcitele con della crema pasticcera che avrete fatto arrivare a temperatura ambiente (altrimenti la pasta frolla si ammorbidirà).

A questo punto potete decorare le vostre tartellette con cubotti di pitaya, mango e pezzi di fragola. Per dare lucidità, potete spennellare con della gelatina.

Servite le vostre tartellette alla pitaya e crema pasticcera dopo averle fatte riposare in frigo per almeno 1 ora.

BUON APPETITO!

0/5 (0 Reviews)

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati


Soufflé di merluzzo

Seppie ripiene con funghi e vinaigrette di salsa di soia