Come farei il vitello tonnato: ricetta e consigli per la preparazione

Buono e tradizionale: è il vitello tonnato, una ricetta che mette felicità!

Ingredienti:
• 800 g di vitello (girello)
• 1 cipolla
• 1 sedano
• 1 carota
• 1 spicchio d'aglio
• 1.5 l di acqua
• 200 g di vino bianco
• pepe q.b.
• sale q.b.
• olio extravergine di oliva q.b.
• 1 foglia di alloro
• 2 uova
• 4 filetti di acciughe sott'olio
• 120 g di tonno in scatola
• 6 capperi
difficoltà: media
persone: 6
preparazione: 55 min
cottura: 25 min
kcal porzione: 285

Un antipasto tradizionale e sempre gustoso: ecco alcuni consigli su come preparare vitello tonnato.

Il vitello tonnato, detto anche Vitel Tonné, è un gustoso antipasto che viene realizzato utilizzando un taglio magro (di manzo o vitello) da cui poi vengono ricavate le fette ricoperte da salsa tonnata.

La sua origine è Piemontese, ma oggi questa portata è diffusa praticamente in tutta Italia, e a seconda delle regioni cambia la denominazione del taglio usato: in Lombardia quel taglio di carne è il magatello, al Sud è lacerto, nel resto dell’Italia è il girello. La scelta della carne è molto importante, pena la mancata riuscita di un piatto che è piuttosto semplice da preparare!

La parte più complicata, se vogliamo, è proprio quella di realizzare una perfetta salsa per il vitello tonnato: ci sono tantissime varianti, ma noi oggi ne faremo una cercando di stare vicini alla tradizione, e senza utilizzare maionese. Vedrete, seguendo i nostri passaggi sarà semplicissimo!

vitello tonnato
vitello tonnato

Come fare il vitello tonnato senza maionese

  1. Occupatevi della pulizia del sedano, della carota e della cipolla, poi mettete tutte le verdure insieme all’aglio e 1 foglia di alloro in una pentola
  2. Pulite la carne e mettetela nella pentola, aggiungete pepe e un pizzico di sale, dunque versate il vino bianco e l’acqua andando a coprire il tutto.
  3. Fate bollire con un coperchio, ed eliminate la schiuma di tanto in tanto. Ci vorranno circa 40 minuti dall’ebollizione. Una volta pronto il girello, fatelo raffreddare.
  4. Passiamo alla ricetta della salsa tonnata: cuocete le uova finché non saranno sode (9 minuti dal bollore in un pentolino) e poi in una ciotola mischiate le uova con capperi, acciughe e tonno. Potete allungare la salsa con l’acqua o, ancora meglio, con il brodo della carne.
  5. Frullate finché la consistenza non sarà quella desiderata. Se serve, aggiungete altro liquido per bilanciare o un filo di olio.
  6. Una volta cotta e raffreddata, tagliate la carne a fette sottili. Disponetela in una pirofila e versate sopra la salsa tonnata. Guarnite con dei capperi, delle olive o del prezzemolo a seconda dei vostri gusti: poi, coprite con un foglio di pellicola per evitare che la salsa si inscurisca.

Il vostro vitello tonnato è pronto per essere gustato. Buon appetito!

Provate anche il nostro hummus!

Le regole d’oro per un piatto perfetto

Salsa tonnata
Salsa tonnata

1. Qualità e scelta del taglio

Sembra scontato, ma è essenziale scegliere una materia prima di grande qualità. Riguardo al taglio della carne, noi vi consigliamo il girello, il tondino o il magatello.

2. La cottura della carne

Per la perfezione assoluta, la carne andrebbe cotta appena il brodo bolle. Questo farà sì che sia molto più morbida, ed è una regola fondamentale per la buona riuscita del piatto.

3. Gli aromi giusti

Il mitico Pellegrino Artusi suggeriva di insaporire il brodo con chiodi di garofano, una foglia di alloro e poi sedano, carota e un ciuffetto di prezzemolo: seguiamo il consiglio!

4. La salsa perfetta

Le scuole di pensiero, riguardo alla salsa del vitel tonnè, sono due: c’è chi la prepara con una base di maionese, e chi con le uova sode sbriciolate.
Nel primo caso, vi consigliamo di utilizzare una maionese fresca, ovvero fatta in casa con le uova e l’olio di semi di girasole. Una volta preparata la maionese, andrà poi frullata con alici, capperi e tonno.
Se invece non vi va di fare la maionese e volete rendervi le cose più semplici, vi basterà bollire le uova, poi sbriciolarle e frullarle con tonno, alici e capperi.

5. Affettare la carne in modo uniforme

Il vitello, ormai cotto, va affettato con molta attenzione, evitando di usare coltelli seghettati che vi farebbero ottenere delle fette ondulate tipo chips! Invece la fatta deve essere liscia e molto sottile, per poter essere apprezzata al suo meglio.

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 20-09-2019

X