Ingredienti:
• 6 pomodori
• 50 g mandorle prive di pelle
• 15 foglie di basilico fresco
• 100 g di formaggio grattugiato o di ricotta
• 1 spicchio d'aglio
• olio extravergine di oliva q.b.
• sale q.b.
• pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 00 min

In alcune zone della Sicilia lo chiamano agghiata, ma è più conosciuto come pesto alla trapanese: ecco la ricetta!

Oggi prepariamo la ricetta del pesto alla trapanese, un sugo tipico della città di Trapani e di tutta la Sicilia occidentale. La sua è una storia antica, e il suo nome, infatti, non è per niente casuale: pare che siano state proprio le navi genovesi che si fermavano nel porto di Trapani a portare qui la tradizionale ricetta del pesto, rielaborata poi dagli abitanti con prodotti tipici siciliani come pomodoro e mandorle.

Il suo sapore delicato e fresco lo rende adatto a qualsiasi tipo di pasta, specialmente in estate, ma per un piatto 100% siciliano provatelo con le busiate: un formato tipico della zona che ricorda una tagliatella arrotolata intorno all’antico ferro da maglia, il busio.

9 ricette autunnali per la tua tavola

Pesto alla trapanese
Pesto alla trapanese

Come fare il pesto alla trapanese: la ricetta originale

Per preparare questo sugo sarebbe necessario un mortaio, ma potete ottenere risultati altrettanto eccellenti anche con un semplice tritatutto o con un frullino a immersione.

  1. Prima di iniziare è necessario lavare con delicatezza e attenzione le foglie di basilico e stenderle ad asciugare su un panno.
  2. Anche i pomodori devono essere lavati e sbucciati con cura.
  3. Nel frattempo è consigliabile mettere in frigo le lame del tritatutto per evitare di ossidare il basilico durante la preparazione.
  4. Quando le foglie saranno pronte, iniziate a pestarle o a tritarle con aglio e sale, unendo mano a mano l’olio fino e il formaggio grattugiato fino a quando non avrete ottenuto una consistenza cremosa.
  5. Aggiungete poi le mandorle prive di pellicina e i pomodori tagliati a pezzetti, verificando ogni volta che vi sia la giusta quantità d’olio.
  6. Una volta condita la pasta, potrete decidere se aggiungere al vostro pesto alla trapanese una spolverata di pepe o una fogliolina di menta, in omaggio alla grande tradizione culinaria siciliana. Buon appetito!

Ma questa non è certo l’unica variante di questa salsa: provate tutte le nostre ricette di pesto!

Conservazione

Il pesto alla trapanese si conserva per circa 4-5 giorni in frigorifero. Vi ricordiamo che conviene aggiungere nel vasetto un filo di olio extravergine di oliva fino a che non ricoprirà interamente il pesto, in questo modo durerà più a lungo. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

0/5 (0 Reviews)

ultimo aggiornamento: 20-07-2021


Besciamella vegana: ideale per tantissimi piatti gustosi e naturali

Veloce e deliziosa la marmellata di castagne con il Bimby