Come fare risotto perfetto: la guida per non sbagliare

Il risotto sembra un piatto alla portata di tutti, perché pare facile: ma siete sicuri di conoscere tutti i trucchi per fare il risotto perfetto?

chiudi

Caricamento Player...

Il delitto perfetto non esiste, ma il risotto perfetto… eccome se esiste! Basta un po’ di dedizione, e conoscere qualche trucchetto per ottenere un risotto cremoso al punto giusto senza essere colloso, e con una mantecatura da puro piacere gustativo!

Per preparare il vostro risotto perfetto, le regole sono semplici. Vediamo quali sono.

USARE IL RISO GIUSTO

Scegliere il riso adatto è il primo passo: non accontentatevi di un riso qualunque e troppo a buon mercato. Sceglietelo di qualità, e soprattutto, del tipo Carnaroli, o Vialone Nano. Il riso Carnaroli tiene meglio la cottura, ed è quello scelto anche dai grandi chef.

OCCHIO ALLA CIPOLLA

Un risotto che si rispetti deve, necessariamente, iniziare dal soffritto di cipolla. Occhio, però: la cipolla deve essere tritata molto finemente, non a pezzettoni! E, soprattutto, deve essere ben rosolata e trasparente prima di versare il riso e i liquidi che andranno a cuocere la pietanza.

TOSTARE IL RISO

Il riso, prima di versare il brodo bollente, va fatto tostare per almeno uno o due minuti.

USARE BRODO FATTO IN CASA

Siamo tutti d’accordo che il dado confezionato è comodo, ma volete mettere il sapore di un brodo fatto in casa, con carne fresca o verdure di stagione? Il sapore cambia radicalmente, e oltretutto ci evitiamo di assumere conservanti e glutammato monosodico, purtroppo cancerogeni.

NON RIMESTARE DI CONTINUO

Su tanti siti e blog troverete l’esatto contrario: vi diranno di rigirare il riso di continuo. A sentire Carlo Cracco, invece, che è uno chef stellato e sicuramente ne sa più di noi, il risotto non si deve rigirare di continuo, anzi, bisogna lasciarlo un po’ stare.

PARMIGIANO? SOLO A FUOCO SPENTO

Un’altra regola preziosa è quella di mantecare il risotto con il parmigiano grattugiato solo DOPO che la fiamma sotto la pentola o la padella è stata spenta.

UN PISOLINO

Il risotto perfetto deve fare un breve “pisolino”, nel senso che non va servito immediatamente ma pochi minuti dopo, in modo che possa essere più saporito e non ustionare il palato.

Servite il vostro risotto perfetto!

Provate il risotto alla crema di porri e vongole

BUON APPETITO!