Una base friabile e golosa ma senza l’utilizzo di uova o burro, quindi adatta a intolleranti e vegani: ecco come fare una perfetta pasta frolla al cacao vegana.

La pasta frolla al cacao vegana è una base leggera che viene assemblata solo con dell’olio di mais (sostituibile con olio di girasole o altro olio vegetale), anziché con il classico burro.

Certo, la differenza si nota rispetto alla frolla con uova e burro, ma se volete mangiare più sano e/o se siete vegani, un piccolo prezzo da pagare c’è, ma vi assicuriamo che è piuttosto basso. Infatti questa frolla è comunque molto buona e la potete utilizzare per preparare mille crostate, tartellette, crumble o biscotti.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Pasta frolla vegana al cacao
Pasta frolla vegana al cacao

Preparazione della pasta frolla al cacao vegana

  1. Per preparare la vostra frolla al cacao veg, prima di tutto fate sciogliere lo zucchero nel mezzo bicchiere di acqua a temperatura ambiente o appena appena calda.
  2. Mischiate la farina bianca 00 in una ciotola, insieme al lievito in polvere per dolci (ne basta poco), a un pizzico di sale fino e alla quantità indicata di cacao amaro.
  3. Una volta mescolate tutte queste polveri, unite ad esse lo zucchero semolato che avete prima fatto sciogliere nell’acqua.
  4. A questo punto potete incorporare anche un olio vegetale delicato, come quello di mais oppure di girasole.
  5. Mescolate il tutto, lavorandolo finché il composto non sarà facilmente “inglobato” in una pallotta soda.
  6. Ricoprite la palla di composto con della pellicola trasparente, dove dovrà riposare in frigo finché non sarà più facile stenderla (un’oretta).
  7. Una volta stesa, tagliate la pasta come volete, per dargli la forma desiderata, o stendetela per farne basi per torte. Per una crostata dovrete poi cuocere in forno ventilato a 180° C per circa 30 minuti, o circa 15/20 minuti alla stessa temperatura se opterete per dei biscotti.

Utilizzate la vostra frolla vegana per la preparazione dei più disparati dolci e, se vi piacciono queste preparazioni alternative provate anche la pasta frolla senza burro.

Conservazione

Avvolgete il vostro panetto nella pellicola da cucina e conservatela per circa 3-4 giorni in frigorifero. In alternativa potete congelare il panetto e conservarlo per circa 3 mesi in freezer. L’unico consiglio è di scongelarla a temperatura ambiente o in frigo qualche ora prima di utilizzarla.


Come fare macarons al cacao amaro squisiti

Come fare pasta frolla salata vegana, senza uova