Ma quanto è buono il melone? Dalle proprietà alle ricette più buone!

Scopriamo tutto sul melone: il periodo, i valori nutrizionali e le migliori ricette che si possono dare vita con questo meraviglioso frutto!

Quando arriva l’estate è impossibile non pensare al melone, che insieme all’anguria è uno dei frutti più caratteristici di questo periodo. Si tratta del prodotto della pianta Cucumis melo, che appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae.

Non si sa bene quali siano le sue origini, anche se pare derivi dall’Asia, che ancora oggi è il più potente produttore al mondo di questi frutti. Tuttavia oggi si tratta di uno degli alimenti più diffuso al mondo, grazie al suo sapore dolce, gustoso e piacevole, ideale anche da abbinare anche a ingredienti salati, ma anche alle sue tante proprietà! A proposito, sicuri di conoscerle tutte? Allora seguiteci!

Le proprietà del melone: valori nutrizionali e benefici

Quante calorie ha il melone? E quali sono i suoi benefici? Innanzitutto cominciamo col dire che è un frutto rinfrescante, che disseta e ha proprietà diuretiche, dal momento che la sua composizione è al 90% acqua.

Ricco di vitamine, principalmente del gruppo A, C e B3, contiene anche potassio (che aiuta il funzionamento dei reni), fosforo, calcio (per questo è un grande alleato delle ossa) e niacina, una sostanza che agisce come antiossidante.

I suoi benefici si estendono anche a pelle e sistema nervoso, per di più si tratta di un alimento ricco di fibre (e con proprietà lassative) e dal potere saziante, ottimo dunque da inserire all’interno di una dieta dimagrante. È adatto anche a chi soffre di anemia, essendo ricco di ferro, ed è un ottimo portatore di sali minerali.

Ma non abbiamo ancora risposto alla domanda sulle calorie! Beh, tranquilli, il melone non fa ingrassare: per ogni 100 g di prodotto si contano all’incirca 34 calorie. Vediamo tutti gli altri valori nutrizionali:

melone
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/gustoso-melone-orange-nutrizione-3524536/
  • Acqua 90,10 g
  • Carboidrati 7,40 g
  • Zuccheri solubili 7,40 g
  • Proteine 0,80 g
  • Grassi 0,20 g
  • Fibra 0,70 g
  • Sodio 8 mg
  • Potassio 333 mg
  • Ferro 0,30 mg
  • Calcio 19 mg
  • Fosforo 13 mg
  • Vitamina B1 0,05 mg
  • Vitamina B2 0,04 mg
  • Vitamina B3 0,60 mg
  • Vitamina A 189 µg
  • Vitamina C 32 mg

Melone: controindicazioni

Come tutti quanti gli alimenti, anche questo va consumato in dose ragionevoli e senza abusarne, altrimenti può causare delle conseguenze negative al nostro organismo.

In questo caso, se se ne mangia troppo si rischia uno squilibrio elettrolitico, e questo a causa dei rapporti bassi fra sodio e potassio, che può portare alla formazione di crampi e dolori. Inoltre, non è propriamente indicato per chi soffre di diabete o disturbi gastrici.

E per quanto riguarda il melone in gravidanza? Va benissimo! Grazie alle sue proprietà dissetanti ed energici è un vero toccasana per affrontare l’estate. Ma come abbiamo appena detto, non abusatene!

Melone: varietà più diffuse

La prima distinzione che dobbiamo fare è tra frutti invernali ed estivi. I meloni d’inverno si riconoscono grazie al colore della loro polpa, e il più classico è quello giallo, che viene raccolto prima della fine dell’estate e possono essere consumati fino al mese di dicembre. Scopriamone di più e vediamo quali sono le più diffuse!

Melone cantalupo

Melone cantalupo
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/orange-verdure-melone-gustoso-sano-3524852/

Questo è la più classica delle varietà, ed è diffuso durante la stagione estiva. La sua polpa è arancione, tendente al rosso, la buccia verde o giallastra. Il suo sapore è molto concentrato e ricco di dolcezza: insomma, il frutto estivo per eccellenza!

Melone giallo o d’inverno

Melone bianco
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/frutta-polpa-beneficiare-di-sano-1674369/

Viene chiamato anche melone bianco ed è consumato da settembre a dicembre, questo si riconosce dalla sua polpa chiara e dalla consistenza succosa. È noto anche per la sua lunga conservabilità, che lo rende ancora più dolce.

Melone verde

Il melone verde è originario della Francia e dell’Algeria e si può trovare ovunque. La sua polpa è di colore verde chiaro, molto succosa e ricca di sapore, tant’è che questo frutto è utilizzatissimo per creare golosi dessert. il fuori, invece, si presenta di un colore giallo pallido.

Ricette con melone

Beh, dopo averne parlato per un bel po’ ammettiamo che anche a noi è venuta fame! Siamo di fronte a un frutto dolcissimo e che dunque è perfetto per creare dessert o bevande fresche e deliziose, ma anche adatto alla creazione di piatti salati, dai più classici… ai più stravaganti. Vediamo insieme qualche idea golosa!

Prosciutto e melone

Prosciutto e melone
Prosciutto e melone

Beh, che ve lo diciamo a fare? Non esiste piatto più classico da proporre in estate: qui non c’è molto da preparare, ma ciò che conta è la qualità degli ingredienti. Scegliete un melone bello maturo e colorato, dalle note dolci e avvolgenti, e un prosciutto sapido e deciso, per creare così un gioco di contrasti meraviglioso!

Gelato al melone

Gelato di sola frutta
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/ghiaccio-ice-cream-cialda-fiore-2194054/

Per fare il gelato vi serviranno 1 kg di melone, 150 g di latte, 2 uova, panna fresca (circa 200 g) e 100 g di zucchero. Pulitelo, frullatelo e lavorate le uova con lo zucchero. Scaldate poi la panna e il latte in un pentolino e poi a fuoco spento unite il composto di uova e zucchero, mescolate e cuocete.

Fate raffreddate il tutto aggiungendo il melone frullato e mettete in freezer per almeno 10 ore!

Marmellata di melone

Marmellata al melone
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/prima-colazione-coppa-marmellata-3750435/

Una bellissima scoperta, davvero! Questa marmellata è buona, dolce e perfetta sul pane. Si prepara con 1 kg di melone, 250 g di zucchero, 1 cucchiaino di succo di limone e null’altro!

Fate cuocere il melone pulito con lo zucchero e il succo di limone per circa 30 minuti, togliendo la schiuma di tanto in tanto, e una volta trascorso il tempo frullate il tutto. Trasferite la marmellata in vasetti sterilizzati e chiudeteli, poi lasciateli riposare in un luogo fresco e asciutto.

Risotto al melone

Ebbene sì, si può preparare il risotto anche con il melone! Il risultato sarà un po’ dolce, certo, ma se bilanciato al meglio sarà davvero buono! Potete usare un Parmigiano 36 mesi, un pecorino, ma anche del gorgonzola per la mantecatura. Il melone inseritelo in cottura, così che si sciolga perfettamente. Da provare assolutamente!

Aggiungi al ricettario

ultimo aggiornamento: 12-05-2019

X