Ingredienti:
• 1 kg di farina 00
• 150 g di olio di oliva
• 100 g di alcol puro
• 100 g di zucchero
• 1/2 bustina di lievito
• 1 cucchiaino di sale
• 2 arance
• 10 mandarini
• q.b. olio per friggere
• q.b. miele
• q.b. anicini colorati per decorare
• pinoli e mandorle tostate
difficoltà: facile
persone: 10
preparazione: 60 min
cottura: 30 min

Oggi vediamo come preparare i purceddhruzzi salentini, una specialità italiana tipica del Salento da mangiare a Natale e non solo.

Oggi gustiamo un tipico dolcetto della cucina tipica della Puglia ed in particolare del Salento. Diffusissimi anche in Basilicata, i purceddhruzzi pugliesi hanno la forma di gnocchetti passati sul rovescio della grattugia e il loro nome deriva dal fatto che ricorderebbero la forma di piccoli porcellini, dei purceddhruzzi, appunto. Vediamo come preparare questa ricetta natalizia tipica della cucina italiana regionale!

Per un corpo sano, ecco i migliori alimenti per ogni organo

Purceddhruzzi salentini
Purceddhruzzi salentini

Come fare i purceddhruzzi salentini

  1. Per prima cosa mettete la farina in una ciotola capiente.
  2. In un pentolino versate l’olio con le scorze di un’arancia e qualche mandarino facendo attenzione che non ci siano residui di parte bianca. Fatelo sfumare dolcemente a fiamma bassa, senza che venga raggiunta una temperatura troppo elevata.
  3. Mentre l’olio è sul fuoco, unite l’alcool alla farina. Sfregate la farina con i palmi delle mani per distribuire l’alcool in maniera uniforme.
  4. Aggiungete il lievito setacciato e mescolatelo alla farina. Unite anche lo zucchero e il sale.
  5. Aggiungete anche l’olio con un colino per filtrare le scorze degli agrumi e mescolate bene. Unite il succo delle arance e dei mandarini, nella quantità giusta per ottenere un impasto morbido.
  6. Mettete l’impasto sul tavolo e impastate fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.
  7. Suddividetelo in piccole parti e ricavatene dei filoncini. Tagliate ogni filoncino in piccoli tocchetti di circa 1 cm e formate delle palline più o meno regolari.
  8. Mettete le palline ottenute su un vassoio. Fate riscaldare olio abbondante e friggete i purceddhruzzi.
  9. Scolateli su carta assorbente e fate sciogliere una parte del miele che andrete ad unire ai purceddhruzzi.
  10. Continuate così fino a esaurimento dell’impasto.
  11. Potete decorare i vostri dolcetti, che ricordano moltissimo gli struffoli napoletani, con confettini colorati, anicetti e pinoli. Servite i vostri purceddhruzzi salentini.

La tradizione vuole che l’ultimo boccone di questo dolce pugliese, simile anche alla cicerchiata di Carnevale, venga consumato in occasione di Sant’Antonio, il 17 gennaio. La motivazione è da ricercarsi nel fatto che questo santo è solito essere rappresentato in compagnia di un maiale.

Per le festività, provate anche tutti i nostri dolci di Natale!

4/5 (2 Reviews)

Per un corpo sano, ecco i migliori alimenti per ogni organo

TAG:
Natale

ultimo aggiornamento: 21-11-2016


Linguine agli asparagi

Orata all’arancia