Incredibile quanto faccia bene questo ortaggio: con queste 8 ricette con cavolo cappuccio potrete scoprirlo e portare in tavola sapori sorprendenti!

Il cavolo cappuccio fa parte della famiglia della Brassica ed è noto con il nome di capitata (la sua varietà). La pianta ha foglie lisce, quasi levigate che si curvano verso il fusto e può arrivare fino a mezzo metro d’altezza: è la parte centrale a essere buona da mangiare.

Non va confuso con il cavolo verza che è diverso anche nell’aspetto (ha le foglie riccioline) e, a differenza di quest’ultimo, può essere consumato sia crudo che cotto. Ecco, allora, otto ricette con cavolo cappuccio per preparare ottimi pranzi e cene saporite!

A tavola con il cavolo cappuccio: come si mangia?

Cavolo cappuccio
Cavolo cappuccio

Questo ortaggio è molto amato in Nord Europa e, in particolare, in Germania, dove viene spesso usato per preparare i crauti e come accompagnamento per salsicce e würstel, ma anche zuppe e minestre.

Potete prepararlo in vari modi, per cucinare piatti differenti, freddi e caldi.

Quando trovare il cavolo cappuccio migliore?

In realtà esistono diverse varietà di cavolo cappuccio, che vengono seminate in diversi momenti dell’anno. Per le varietà primaverili (Cuore di bue, Expert precocissimo) il momento ideale per comperarle e cucinarle va da aprile a giugno; ci sono poi anche quelle estivo-autunnali (Mercato di Copenaghen, Green boy) e le invernali (Bianco olandese tardivo, Brunswick). Si tratta, quindi, di un ortaggio adatto a tutte le stagioni e ormai in commercio possiamo trovarlo in ogni mese.

Come scegliere il cavolo cappuccio: viola, verde o…

Il cavolo può essere di differenti tonalità, ma scegliete sempre quelli con i colori più intensi. Quelli verdi devono avere una tonalità quasi brillante, simile a quella dei limoni verdi. I rossi, invece, devono tendere al viola.

Al tatto deve risultare denso: se morbido, infatti, potrebbe essere marcio. Inoltre, meglio scegliere cavoli con foglie ben chiuse e poche foglie penzolanti o segni di scolorimento.

Cavolo cappuccio rosso
Cavolo cappuccio rosso

Il cavolo cappuccio fa bene: valori nutrizionali e proprietà

Si tratta di un ortaggio con capacità antinfiammatorie e inoltre, il cavolo cappuccio è un alimento antiossidante e dimagrante, con pochissime calorie.

Ricco di acidi grassi, tra cui omega 3 e omega 6, è fondamentale per mantenersi in salute: fa bene a cuore e arterie, è anche ricco di fibre ed è capace di regolare l’intestino e aiutare la digestione. E non finisce qui: contiene, infatti, anche molta vitamina C.

Questa verdura contiene addirittura più ferro (per caloria) di quello presente in una bistecca! Questo ferro, inoltre, lo si assimila con maggiore facilità, in quanto è provato che se proviene da un alimento ricco di vitamina C, il nostro organismo lo recepisce con più facilità. Infine, è anche ricco di calcio e quello di origine vegetale viene assimilato meglio dal nostro corpo rispetto a quello derivante dai latticini.

Insomma, è un alimento importantissimo!

Valori nutrizionali del cavolo cappuccio
Valori nutrizionali del cavolo cappuccio

Come cucinare il cavolo cappuccio: 8 ricette

Dall’accompagnamento alla pasta, passando per dei fantastici involtini, ecco otto ricette con cavolo cappuccio buonissime e che fanno anche tanto bene! Siete pronti? Allora seguiteci ai fornelli e cominciamo!

  1. Crauti
  2. Spaghetti cavolo cappuccio, acciughe e crumble
  3. Pasta con cavolo cappuccio e gamberi
  4. Involtini di cavolo cappuccio
  5. Cavolo cappuccio stufato con pancetta
  6. Insalata di cavolo cappuccio
  7. Crauti di cavolo cappuccio con salsiccia
  8. Vellutata di cavolo cappuccio

1. Crauti

Crauti
Crauti

Non possiamo non iniziare dalla ricetta dei crauti (detti anche sauerkraut)! Alcuni di voi sapranno che, secondo la ricetta originale, bisognerebbe lasciare il cavolo cappuccio a fermentare per 2 mesi all’interno di una botte con sale, pepe, cumino e ginepro. Siccome, però, non è né pratico né igienico, andremo a prepararli in padella.

Ingredienti necessari per i crauti fatti in casa (per 4 persone)

  • 1 cavolo cappuccio
  • 1 cucchiaio di semi di cumino
  • ginepro q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 cipolla bianca
  • 1 bicchiere di vino bianco da cucina

Come fare i crauti

  1. Iniziate a tagliare grossolanamente le foglie del cavolo cappuccio, poi asciugatele per bene.
  2. Tuffateli in una padella dove avrete fatto soffriggere la cipolla con dell’olio extravergine di oliva.
  3. Sfumate subito con un bicchiere di vino bianco e aggiungete le spezie: le bacche di ginepro, il cumino, il sale e il pepe.
  4. Dovranno cuocere per almeno un’ora e mezza.

2. Pasta con cavolo cappuccio, acciughe e crumble

Pasta con cavolo cappuccio
Pasta con cavolo cappuccio

Non tutti i piatti a base di cavolo piacciono anche ai bambini, e forse questa è una di quelle, visti i suoi sapori forti e intensi. In ogni caso siamo di fronte a una di quelle ricette che sarà sicuramente amata dagli adulti: sono gli spaghetti con cavolo cappuccio e acciughe, arricchiti con un fantastico crumble.

Si tratta di un primo piatto importante, a livello di sapori: quella che si può definire una vera e propria esperienza di gusto. Si inizia dal sapore caratteristico del cavolo cappuccio, accompagnato dalla sapidità delle acciughe sott’olio e infine dalla croccantezza del crumble di pane, aglio e pomodori secchi. Amanti dei gusti delicati… tenetevi alla larga!

Ingredienti della pasta con cavolo cappuccio (per 4 persone)

  • 400 g di spaghetti
  • 300 g di cavolo cappuccio
  • 15 filetti di acciughe sottolio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 fetta di pane raffermo
  • qualche pomodoro secco
  • 4 spicchi di aglio
  • Prezzemolo q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.

Come fare il primo piatto con cavolo cappuccio

  1. Fate saltare il cavolo cappuccio in padella con aglio, olio e le acciughe. Quando si saranno sciolte, sfumate con il vino e lasciate riposare.
  2. A parte, mentre l’acqua bolle, preparate il crumble. Fate tostare il pane raffermo con gli altri spicchi d’aglio e l’olio, poi una volta ben insaporito, frullatelo con olio, sale, pepe e dei pomodori secchi.
  3. Calate la pasta e una volta cotta saltatela in padella con il sugo. Servite con il crumble, e buon appetito! Se lo desiderate, completate con scaglie di Grana.

3. Pasta con cavolo cappuccio e gamberi

pasta cavolo e gamberi
Pasta cavolo e gamberi

Che piatto, signori, la pasta con cavolo cappuccio e gamberi! Qui il cavolo viene abbinato ai gamberi, i veri Re del mare, che sono buonissimi ma che vanno acquistati freschi. Potete anche dare un tocco orientale al piatto di pasta con cavolo e gamberi aggiungendo spezie come curcuma o curry, o perché no, anche un po’ di zafferano.

Ingredienti del piatto (per 4 persone)

  • 400 g di pasta corta
  • 300 g di cavolo cappuccio
  • gamberi freschi q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.

Preparazione della pasta con cavolo e gamberi

  1. Mentre l’acqua bolle, dedicatevi al sugo e alla pulizia dei gamberi. Fate saltare l’aglio in padella, aggiungete il cavolo pulito, lavato e tritato grossolanamente e lasciate cuocere con un pizzico di sale e di pepe.
  2. Quando la pasta sarà a 3/4 minuti di cottura, finitela in padella aiutandovi con l’acqua.
  3. Aggiungete i gamberi e sfumate con del vino. Fate evaporare bene l’alcool e mantecate con un giro di olio.
  4. Servite il piatto bello caldo, e buon appetito!

4. Involtini di cavolo cappuccio

Involtini di cavolo cappuccio
Involtini di cavolo cappuccio

Ecco un antipasto o un secondo piatto completo, saporito e ricco di colore: sono gli involtini di cavolo, molto simili ai capunet! Si tratta di una ricetta molto gustosa e che potete servire in qualsiasi occasione e anche qualsiasi momento di un pranzo o una cena. Ecco come si fanno!

Ingredienti del piatto (per 8 persone)

  • 8 foglie di cavolo cappuccio
  • 200 g di macinato di manzo
  • 4 cucchiai di formaggio grattugiato
  • 1 carota
  • 1/2 gambo di sedano
  • 1 cipolla
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • brodo vegetale q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione degli involtini di cavolo cappuccio

  1. Ricavate le foglie del cavolo e fatele sbollentare in acqua calda per 3 minuti. Lasciatele da parte e dedicatevi al ripieno.
  2. Realizzate un soffritto con le verdure e cuocetelo in padella con olio, sale e pepe. Aggiungete il macinato, sfumate con il vino e una volta pronto lasciate raffreddare. Insaporite ora con il formaggio e se serve con sale e pepe.
  3. Suddividete il ripieno per ogni foglia, poi con l’aiuto di uno spago da cucina arrotolate gli involtini.
  4. Cuoceteli in padella con burro o olio per circa 2 minuti per lato, poi aggiungete un po’ di brodo e finite la cottura (ci vorrà circa un quarto d’ora). Il piatto è pronto!

5. Stufato di cavolo cappuccio con pancetta affumicata

cavolo e pancetta
cavolo e pancetta

Approfittiamo della stagionalità per preparare questo piatto che ci farà risparmiare, ma non ci farà mancare nulla! Il cavolo cappuccio stufato con pancetta affumicata è difficile da definire: in base all’occasione potrebbe essere considerato un contorno sfizioso e molto ricco (è perfetto con le uova) ma anche un piatto unico (magari accompagnato da pane fresco o bruschettato).

Come si fa? Il cavolo va fatto stufare con del brodo e rosolato con pancetta e cipolla: vediamo subito come fare a preparare questa ricetta semplice e veloce!

Ingredienti del piatto (per 4 persone)

  • 1 cavolo cappuccio
  • 100 g di pancetta affumicata
  • 1 cipolla bianca
  • brodo vegetale q.b.
  • pepe q.b
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale fino q.b.

Preparazione del cavolo stufato

  1. Fate scaldare il brodo, lavate il cavolo e tagliate finemente la cipolla. Infine fate a pezzetti (listarelle o cubetti) la pancetta.
  2. Andiamo in padella: cipolla, pancetta e si soffrigge! Quando sarà bella dorata potrete inserire il cavolo tagliato grossolanamente.
  3. Aggiungete sale, pepe e un filino di olio e lasciate stufare.
  4. Poi, si va con il brodo: mettetene quanto basta per ammorbidire il piatto e lasciate in cottura. Il piatto è pronto!

6. Cavolo cappuccio in insalata

Insalata di cavolo cappuccio
Insalata di cavolo cappuccio

Tra le ricette che vi proponiamo oggi non poteva mancare quella dell’insalata di cavolo cappuccio. Rinfrescante, buona, facile da preparare e adatta ad accompagnare tanto piatti di carne quanto di pesce, si tratta di un piatto che merita più di una prova.

Abbiamo deciso di prepararla con il cavolo cappuccio rosso e realizzando una strepitosa salsina. Ecco come farla!

Ingredienti del piatto (per 4 persone)

  • 300 g di cavolo cappuccio
  • 2 carote
  • 1 mela
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di senape
  • succo di limone q.b.

Preparazione dell’insalata di cavolo

  1. Lavate e mondate il cavolo e preparate anche le carote. Dovranno essere belle sottili, dunque lavatele, togliete la superficie esterna e fatele a filettini sottili. Infine, tagliate anche la mela a cubetti e unite i tre elementi.
  2. A questo punto si va con la preparazione della salsina: prendete una ciotola e mettete un giro d’olio, una spruzzata si succo di limone, 1 cucchiaino di senape, 1 di miele, sale e pepe. Assaggiate per bilanciare bene i vari sapori dolci e aspri.
  3. Ora servite l’insalata e conditela al momento con il vostro delizioso topping!

7. Crauti di cavolo cappuccio con salsiccia

Crauti con salsiccia
Crauti con salsiccia

Abbiamo già visto come fare i crauti e sappiamo che la cottura è piuttosto lunga, per questo vi lasciamo anche una ricetta simile ma più veloce, quella dei crauti con salsicce, una specialità del Trentino che prepareremo con crauti in salamoia (già pronti).

Serviteli con piatto unico o come secondo: saranno amatissimi da chi predilige i sapori forti!

Ingredienti del piatto (per 4 persone)

  • 500 g di crauti in salamoia
  • 2 foglie di alloro
  • 1 spicchio di aglio
  • 600 g di salsiccia (luganega)
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Come fare i crauti con salsicce

  1. Sgocciolate i crauti dal loro liquido di conservazione e fateli rosolare in padella per circa 15 minuti con un filo d’olio di oliva, l’aglio e l’alloro.
  2. Allo stesso tempo, fate cuocere le salsicce in un’altra padella (ci vorranno, anche in questo caso, circa 15 minuti).
  3. Unite salsicce e crauti, sfumate con il vino bianco, e lasciate cuocere per altri cinque minuti. Salate a piacere e servite!

8. Vellutata di cavolo cappuccio

vellutata di cavolo cappuccio viola
vellutata di cavolo cappuccio viola

Poteva forse mancare una crema? Certo che no! Ecco quindi la ricetta della vellutata di cavolo cappuccio: noi abbiamo usato quello viola (così è molto più scenografica!), ma lasciamo a voi la scelta della varietà che preferite.

Sarà il vostro comfort food di riferimento per tutta la stagione fredda: provatela e ve ne innamorerete!

Ingredienti del piatto (per 4 persone)

  • 1/2 cavolo cappuccio viola
  • 1 patata
  • un bicchiere di panna
  • 700 ml di acqua
  • 5 noci
  • pistacchi q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • 150 g di ricotta
  • un cucchiaio di latte

Come fare la vellutata di cavolo

  1. Fate bollire la patata a pezzetti e dopo circa 5 minuti aggiungete anche il cavolo e andate avanti per altri 10 minuti con la cottura.
  2. Scolate e fate frullare tutto.
  3. Ponetevi nuovamente sul fuoco, aggiungendo la panna e lasciate sobbollire per alcuni minuti.
  4. Quando la consistenza sarà quella desiderata, aggiustate di sale e pepe e impiattate aggiungendo una quenelle di ricotta e frutta secca tritata.

Se siete amanti di questa verdura, scoprite tutti i tipi di cavolo più famosi e i modi per cucinarli al meglio!

Scopri i consigli per una casetta di pan di zenzero perfetta

TAG:
Gusto e salute

ultimo aggiornamento: 12-11-2020


Gamberoni al forno: la ricetta dell’antipasto facile e buonissimo!

Torta di cachi: la ricetta golosa al cioccolato