Ingredienti:
• 1 kg di prugne gialle
• 300 g di zucchero
• 1 limone
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 15 min
cottura: 60 min

Colore del sole e sapore d’estate per questa marmellata di prugne gialle, ottima da spalmare sul pane, nelle crostate e con i formaggi.

Le prugne o susine gialle hanno il colore del sole e racchiuderle in un vasetto è il modo migliore per intrappolare un po’ d’estate e prolungarne la durata. Un’ottima idea per farlo è preparare la marmellata di prugne gialle, ottima spalmata sul pane a colazione o merenda, perfetta per farcire le vostre crostate ma anche deliziosa in abbinamento ai formaggi grazie al retrogusto leggermente amarognolo.

Come per tutte le conserve di questo tipo, anche nel caso della marmellata di susine gialle è fondamentale partire da frutta di alta qualità, meglio ancora se biologica visto che non è possibile sbucciarla. Per il resto non occorre molto altro, solo zucchero e succo di limone.

marmellata di prugne gialle
marmellata di prugne gialle

Come preparare la ricetta della marmellata di prugne gialle

  1. Per prima cosa lavate per bene la frutta sotto acqua corrente. Tagliate poi a metà le susine in modo da rimuovere il nocciolo e trasferitele in una pentola dal fondo spesso.
  2. Aggiungete lo zucchero (ottimo anche quello di canna tradizionale, meglio evitare quello integrale) e il succo di limone.
  3. Mescolate bene quindi coprite con un foglio di pellicola trasparente e lasciate macerare per un’oretta. Questo passaggio serve per far rilasciare alla frutta tutti i succhi.
  4. Trasferite poi la pentola sul fuoco e iniziate la cottura.
  5. Può darsi che durante i primi minuti dal bollore si formi sulla superficie una schiuma bianca. Vi consigliamo di toglierla con una schiumarola e proseguire la cottura.
  6. Dopo circa un’ora la confettura di prugne gialle dovrebbe essere pronta. Fate la prova del piattino facendone cadere qualche goccia su un piatto freddo da frigorifero e inclinandolo: se cola lentamente allora è pronta, viceversa proseguite la cottura e ripetete la verifica.
  7. A questo punto potete decidere di frullare con il mixer a immersione la vostra marmellata per renderla più omogenea oppure tenerla così a pezzettoni.
  8. Trasferitela ancora calda nei vasetti sterilizzati, chiudete con un tappo nuovo e capovolgete fino a completo raffreddamento.
  9. Girate poi i vasetti, premete sul tappo e se non sentite più il caratteristico click-clack potete riporli in dispensa.

Potete preparare in modo simile anche la ricetta della marmellata di prugne classica: sarà comunque deliziosa!

Conservazione

La marmellata di prugne bianche (anche chiamate gialle) si conserva in dispensa fino a sei mesi. Una volta aperta invece va riposta in frigorifero e consumata nell’arco di 2 settimane.

0/5 (0 Reviews)
TAG:
Marmellata

ultimo aggiornamento: 04-05-2021


Calamari: le migliori ricette per cucinarli

Un sapore che non teme confronti con il salmone in oliocottura