Ingredienti:
• 8 carciofi
• 2 spicchi di aglio
• 1 mazzetto di prezzemolo
• olio extravergine d'oliva q.b. sale e pepe q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 30 min
kcal porzione: 120

Dalla Sicilia arriva la ricetta perfetta dei carciofi alla brace per accompagnare secondi di carne arrostita.

È un’antica ricetta siciliana quella che ci insegna come fare i carciofi alla brace, conosciuti anche come “cococciuli arrustuti”. Un contorno vegetariano da condire con pochi semplicissimi ingredienti, ottimo come accompagnamento alla carne arrostita o semplicemente come una portata d’antipasto. Abituale piatto del periodo di Pasqua, sarà piacevole preparare questi carciofi nella bella stagione, da assaporare poi durante i pranzi con amici e parenti. Chi non ha a disposizione uno spazio esterno, potrà anche preparare i carciofi al forno o in molti altri modi che vedremo insieme.

Andiamo subito a prepararli!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Carciofi alla brace
Carciofi alla brace

Preparazione ricetta dei carciofi alla brace

  1. Pulite i carciofi rimuovendo le foglie esterne, la punta e la parte dura del gambo.
  2. Tagliateli a metà, capovolgeteli e battete sulla parte esterna per far aprire le loro foglie. Lavate i carciofi sotto acqua corrente e togliete la barbetta centrale.
  3. Lavate le foglie di prezzemolo e tritate grossolanamente l’aglio.
  4. Mettete quindi i carciofi in un contenitore largo e condite con aglio, prezzemolo, olio, sale e pepe.
  5. Disponete i carciofi sulla brace quasi spenta con la parte tagliata verso l’alto. Cuocete per 20-30 minuti finché le foglie esterne non si saranno bruciate.
  6. Quando saranno cotti, eliminate le foglie esterne bruciate e servite i carciofi caldi.

Potete anche lasciarli interi, anche se ben puliti, calcolate che però in questo caso i tempi di cottura si dilatano di circa 10-15 minuti.

Varianti dei carciofi arrostiti alla brace

Se non avete la possibilità di cuocere alla brace potete anche preparare i carciofi alla griglia. Andranno bene anche una bistecchiera o una padella antiaderente.

Provate a condire i carciofi col succo di un limone prima di servirli e, se vi piace la nota piccante, aggiungete del peperoncino al condimento. La tradizione autentica invece prevede l’utilizzo di strutto e pancetta a pezzi al posto dell’olio.

E invece per i carciofi alla brace sott’olio? Il processo sarà leggermente più lungo ma per nulla complesso. È una variante della ricetta dei semplici carciofi sott’olio che prevede una fase aggiuntiva dopo aver fatto bollire e asciugare i carciofi. Dopo il procedimento appena menzionato, infatti, dovrete arrostirli pochi per volta sulla brace facendoli raffreddare poi per 7 ore. Sarà in questo momento che riempirete i vostri vasetti con i carciofi e i loro condimenti, come da ricetta originale.

Conservazione

Sarebbe consigliabile gustare subito i carciofi fragranti, ma se proprio vorrete conservarli potrete riporli in frigo in un contenitore ermetico per massimo un giorno.

Prova anche la ricetta per preparare dei carciofi affogati!

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Carciofi Cucina vegana Pasqua

ultimo aggiornamento: 21-02-2022


Liquore alla rucola fatto in casa

Patate allo zafferano semplicissime da preparare