Questo ingrediente povero racchiude tutto il sapore della tradizione: oggi vi sveliamo come preparare delle ottime ricette con il baccalà.

Fatto salvo alcune ricette regionali, il baccalà non è tra gli ingredienti più utilizzati della cucina italiana. Spesso addirittura si tende a confonderlo con lo stoccafisso; certo, cucinarlo spesso scoraggia dato il tempo necessario per dissalarlo, tuttavia le ricette con il baccalà sono davvero una più buona dell’altra e vale davvero la pena provarle.

Per un corpo sano, ecco i migliori alimenti per ogni organo

Ricordate poi che una volta dissalato e reidratato, può anche essere conservato in freezer, così da averlo a disposizione per preparazioni future.

Come cucinare il baccalà: le ricette migliori

Cucinare il baccalà, quale che sia la ricetta scelta, non può prescindere da un passaggio cui abbiamo fatto cenno prima. Dissalare il baccalà infatti è fondamentale per ottenere un piatto saporito ma non eccessivamente sapido. Se avrete seguito i nostri consigli questo sicuramente non succederà. Vediamo ora qualche preparazione, perfetta per portare in tavola questo pregiato ingrediente.

Baccalà alla vicentina

Baccalà alla vicentina
Baccalà alla vicentina

Per comprendere l’importanza della ricetta del baccalà alla vicentina, vi basti pensare che esiste addirittura una confraternita volta a salvaguardarne la preparazione. Se desiderate cimentarvi anche voi con questo piatto tipico veneto iniziate per tempo: servono più di due giorni!

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di baccalà
  • 200 g di cipolle
  • 1/2 l di olio di oliva
  • 6 filetti di acciughe
  • 50 g di formaggio grattugiato
  • 100 g di farina
  • 1/2 l di latte
  • sale e pepe q.b

Per prima cosa dissalate il baccalà per un paio di giorni, cambiando spesso l’acqua. Rimuovete poi la pelle, le lische e tagliatelo a cubetti, passatelo nella farina e adagiatelo in un tegame in cotto. A parte preparate un soffritto con le cipolle affettate fini e le acciughe, quindi versatelo sul baccalà. Coprite il tutto con il latte e il parmigiano, infine aggiunte olio, sale e pepe. Lasciate cuocere a fiamma bassa per 4 ore.

Baccalà alla lucana

Baccalà alla lucana
Baccalà alla lucana

Il baccalà alla lucana è un piatto tipico dell’entroterra della Basilicata, in particolare di Avigliano, un piccolo paese. Difficile da raggiungere, l’unico modo per poter consumare il pesce era ripiegare su quello a lunghe conservazioni come il baccalà.

Ingredienti per 4 persone:

  • 700 g di baccalà
  • 200 g di peperoni cruschi ovvero peperoni secchi
  • 1/2 bicchiere di olio di oliva
  • 2 cucchiai di prezzemolo fresco
  • sale q.b.

Per prima cosa ammollate il baccalà quindi sbollentatelo per una decina di minuti prima di rimuovere pelle e lische. Servitelo insieme ai peperoni cruschi resi croccanti nell’olio e all’olio stesso, completando con un poco di prezzemolo tritato.

Baccalà con pomodorini

Baccala con pomodorini
Baccala con pomodorini

Se cercate una ricetta semplice con il baccalà in grado anche di smorzare il sapore deciso di questo ingrediente vi consigliamo di provare il baccalà con pomodorini. Potete anche prepararlo acquistando il baccalà già dissalato così da velocizzarne la realizzazione.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 g di baccalà già ammollato
  • 300 g di pomodorini ciliegia
  • 1 spicchio di aglio
  • olio di oliva q.b.
  • sale q.b.

Per prima cosa lavate i pomodorini e cuoceteli in padella per 20 minuti con olio, sale e aglio. Unite quindi il baccalà dissalato e ammollato tagliato a tocchetti e cuocete per 20 minuti, regolando di sale solo alla fine.

Baccalà mantecato

Baccalà mantecato
Baccalà mantecato

Servire il baccalà mantecato con crostini di polenta è un ottima idea per approcciarsi a questa preparazione. Il sapore deciso del merluzzo sotto sale viene infatti smorzato da quello del latte e della polenta, rendendo la ricetta adatta a tutti.

Ingredienti per 6 persone:

  • 500 g di baccalà ammollato
  • 1 spicchio di aglio
  • 120 ml di latte
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • pepe q.b.
  • prezzemolo q.b.

Dopo aver dissalato e ammollato il baccalà in acqua, lessatelo fino a che non risulterà tenero. Privatelo della pelle e delle lische e poi frullatelo aggiungendo a filo latte, aglio e olio. Regolate di sale e pepe e servite con dei crostini di polenta.

Baccalà in cassuola

Baccalà in cassuola
Baccalà in cassuola

Il baccalà in cassuola è una ricetta tipica napoletana che prevede la cottura del baccalà in umido insieme alle patate e altri ingredienti tipici del mediterraneo, come olive e capperi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di salsa di pomodoro
  • 700 g di baccalà già ammolato e dissalato
  • 2 spicchi di aglio
  • 20 g di pinoli
  • 20 g di capperi dissalati
  • 50 g di olive nere
  • 20 g di uvetta
  • 2 patate
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

Per prima cosa tagliate a tocchetti il baccalà, passatelo nella farina e friggetelo in un filo di olio. A parte, in un tegame, rosolate l’aglio nel burro, poi unite la salsa di pomodoro. Lasciate cuocere una decina di minuti e unite i capperi, le olive e l’uvetta. In ultimo aggiungete il baccalà e le patate lessate e tagliate a tocchetti e terminate la cottura.

Baccalà al forno

Baccalà al forno
Baccalà al forno

Questa ricetta nasce unendo sapori semplici che però si sposano benissimo tra loto. Il baccalà al forno, arricchito con patate e pomodorini, è perfetto da servire come secondo piatto unico.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 g di baccalà dissalato
  • 350 g di pomodorini ciliegini
  • 500 g di patate
  • 200 g di cipolle bianche
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 rametto di prezzemolo
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparate separatamente i seguenti ingredienti: friggete le patate tagliate a bastoncino nell’olio e rosolate le cipolle tritate finemente, sfumando poi con il vino. Adagiate il baccalà dissalato e tagliato a tocchetti in una pirofila, unite patate, pomodorini tagliati in quattro, le cipolle e un trito di prezzemolo e aglio. Condite con sale e pepe e cuocete a 180°C per 25 minuti.

Baccalà in umido

Baccalà in umido
Baccalà in umido

Semplice e ricco di sapore grazie alla sapiente combinazione di sapori tipici del mediterraneo, il baccalà in umido è perfetto se cercate un secondo piatto di pesce semplice. Servitelo con del pane: sarà impossible resistere alla tentazione di fare la scarpetta!

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di baccalà
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di olive taggiasche
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 cucchiaino di origano essiccato
  • 400 ml di salsa di pomodoro
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • farina q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per prima cosa dissalate e ammollate il baccalà, poi privatelo della pelle e delle lische e passatelo nella farina. Friggetelo in metà dose di olio e tenetelo da parte. Con l’olio rimasto soffriggete l’aglio e la cipolla tritato, aggiungete salsa di pomodoro, olive e capperi e cuocete per 20 minuti. Quindi unite il baccalà e terminate la cottura.

Baccalà alla livornese

Baccalà alla livornese
Baccalà alla livornese

Quale città più di questa poteva ideare una ricetta allo stesso tempo semplice ma gustosa? Il baccalà alla livornese è davvero strepitoso, complice il fatto che il pesce viene aggiunto fritto al sugo. Ecco come si prepara.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 g di baccalà ammollato
  • 5 cucchiai di olio EVO
  • 250 g di pomodori ramati
  • 20 g di farina
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 500 ml di olio per friggere
  • 50 g di cipolla dorata
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Tagliate a tocchetti il baccalà avendo cura di rimuovere spine e pelle, poi passatelo nella farina e friggetelo. A parte, in un tegame, rosolate nell’olio la cipolla a fettine con lo spicchio di aglio. Unite i pomodori pelati e lasciate cuocere per 10 minuti prima di aggiungere il baccalà. Proseguite la cottura per altri 10 minuti regolando di sale e pepe e profumando con il prezzemolo.

Polpette di baccalà

Polpette di baccalà
Polpette di baccalà

Ci sono davvero moltissime ricette di questo tipo, ma oggi vogliamo proporvi le pasteis de bacalhau. Quale stato meglio del Portogallo, che si dice abbia una ricetta con il baccalà per ogni giorno dell’anno, poteva donarci cotanta bontà? Croccanti fuori e morbide all’interno, piaceranno proprio a tutti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 g di baccalà già dissalato pronto all’uso
  • 300 g di patate
  • 1 uovo
  • sale q.b.
  • noce moscata q.b.
  • pane grattugiato
  • prezzemolo tritato q.b.
  • olio di semi per friggere q.b.

Utilizzando il baccalà dissalato questa preparazione è davvero rapida. Sarà infatti sufficiente schiacciarlo con la forchetta e amalgamarlo alle patate lesse, anch’esse schiacciate. Profumate con noce moscata e prezzemolo, unite l’uovo e un pizzico di sale e formate le polpette. Mano a mano che sono pronte passatele nel pangrattato e friggetele.

Ravioli ripieni di baccalà

Ravioli ripieni di baccalà
Ravioli ripieni di baccalà

Usciamo per un attimo dalle ricette tradizionali e scopriamo come rendere il baccalà protagonista di un primo piatto con i ravioli ripieni di baccalà. Bastano davvero pochissimi ingredienti per esaltarne al meglio il sapore. Ecco quali sono.

Ingredienti per 4 persone:

  • 220 g di farina 0
  • 2 uova
  • 400 g di baccalà già dissalato e deliscato
  • burro q.b.
  • 30 g di uvetta
  • pinoli q.b.
  • rosmarino q.b.
  • sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

Per prima cosa preparate la pasta all’uovo quindi stendetela fino all’ultimo spessore. Preparate il ripieno amalgamando il baccalà tritato al coltello con un filo di olio, sale e pepe. Adagiatene dei piccoli mucchietti su metà sfoglia, richiudete con la rimanente e formate i ravioli. Mentre cuociono in acqua salata preparate il sugo sciogliendo il burro e unendo uvetta ammollata, rosmarino e pinoli. Saltate i ravioli con il condimento e servite.

Vi sono piaciute le nostre ricette con il baccalà?

Per un corpo sano, ecco i migliori alimenti per ogni organo


Ricetta del liquore al mandarino fatto in casa: buonissimo come digestivo

Primo piatto saporito: pasta con puntarelle e acciughe