Ingredienti:
• 380 g di riso carnaroli
• 500 g di asparagi
• 1 bicchiere di vino bianco
• 1/2 cipolla bianca
• 100 g di formaggio grattugiato
• 40 g di burro
• olio extravergine di oliva q.b.
• pepe q.b.
• sale q.b.
• brodo vegetale q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 20 min
cottura: 20 min
kcal porzione: 300

Il risotto agli asparagi è un primo piatto di gran classe, velocissimo da preparare e ricco di gusto e sapore.

Il risotto agli asparagi è uno dei primi piatti più gustosi e semplici in assoluto, perfetto da portare in tavola per ogni occasione. Questo risotto è molto facile da fare e per prepararlo servono solo dei buoni asparagi di stagione: basterà il loro gusto intenso a rendere questo primo piatto memorabile.

Oggi andremo sul semplice, mantecando il riso con del formaggio grattugiato, ma come ben sapete potete anche utilizzare un altro tipo di formaggio che vi piace. E se volete dare alla ricetta un tocco di freschezza e originalità, provate a servire il risotto con una grattugiatina di scorza di limone. Provare per credere!

10 ricette per tenersi in forma

Risotto agli asparagi
Risotto agli asparagi

Come fare il risotto agli asparagi verdi

  1. Fate subito bollire il brodo, così che raggiunga la temperatura giusta quando dovrete cominciare a bagnare il riso, poi a parte fate sbollentare gli asparagi per una decina di minuti. Una volta fatto ricavate le punte e saltatele in una padella con del burro, così da renderle croccanti.
  2. Cominciate ora la preparazione del riso. Fate appassire la cipolla con un cucchiaio di olio, aggiungete gli asparagi tagliati a pezzetti in modo che si ammorbidiscano in cottura, tostate il riso e poi sfumate con il vino.
  3. A questo punto cominciate a aggiungere il brodo un mestolo alla volta e all’occorrenza, se il riso dovesse asciugarsi troppo.
  4. Una volta fatto, quando il riso sarà cotto, mantecate con il formaggio grattugiato e il burro e al momento di servire decorate con le punte e con del pepe. Buon appetito!

Se amate questa verdura, ecco per voi tante ricette con asparagi da provare assolutamente!

Risotto con crema di asparagi e altre varianti

Se cercate una variante semplice per questo piatto, potete provare a modificare una fase durante il corso della preparazione. Una volta sbollentati gli asparagi e tolte le punte, frullate il resto delle verdure con un pizzico di sale, un po’ di pepe e un filo d’olio. Utilizzate la crema al momento dell’impiattamento oppure nella fase della mantecatura: in questo modo il vostro piatto sarà cremoso più che mai!

Se invece volete altre varianti più golose, vi consigliamo di inserire una parte grassa all’interno della preparazione. Ideali, in questo caso, ingredienti come salsiccia, pancetta o speck. Tostate la carne a parte e aggiungetela alla fine, mentre starete mantecando il risotto. Il risultato sarà straordinario!

Inoltre potete anche decidere di cambiare la qualità di questa golosa e preziosa materia prima, stiamo parlando dell’ortaggio, e preparare il risotto agli asparagi bianchi freschi. Questo tipo di asparago ha un gusto molto delicato e deve essere trattato con riguardo. Fatelo cuocere a vapore per 9-10 minuti per non rischiare di rovinarlo, poi procedete come un risotto agli asparagi freschi classico: aggiungendo a metà cottura i gambi tagliati finemente e poi solo alla fine le punte.

Infine c’è anche il risotto con gli asparagi selvatici, una variante molto più sottile e che quindi deve essere trattata con ancora più delicatezza (a ogni variante la difficoltà aumenta, ma niente paura!): vi basterà cuocerli a vapore per 3-4 minuti e poi aggiungere i gambi 7-8 minuti prima della fine della cottura del risotto e le punte proprio solo durante l’impiattamento per avere un risotto cremoso, delicato e squisito.

Se lo possedete, invece, non potete non provare a realizzare questo risotto agli asparagi con il Bimby!

Se vi è piaciuta la ricetta del risotto agli asparagi, scoprite il video della preparazione.

Conservazione

Vi consigliamo di gustare il risotto al momento, appena sarà pronto e mantecato a dovere. Tuttavia potete conservarlo anche per 1-2 giorni in frigorifero all’interno di un contenitore con coperchio a chiusura ermetica. Sconsigliamo la congelazione in freezer.

5/5 (1 Review)

Clicca qui per seguire Primo Chef su Instagram
Clicca qui per seguire Primo Chef su TikTok
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per seguire Primo Chef su Twitter

Riproduzione riservata © 2022 - PC

Primi piatti semplici Ricette risotti

ultimo aggiornamento: 31-03-2022


Hamburger di fagioli borlotti, una cena vegetariana unica

Melanzane e patate in padella, un contorno squisito