La tartare di pesce è un piatto delicato, fresco e goloso, e che si può preparare in tantissime varianti diverse. Ecco qualche ricetta e tutti i segreti per un risultato perfetto.

La tartare di pesce è un piatto affascinante, ricco di gusto, perfetto da portare in tavola tutto l’anno e che si può preparare in diversi modi. La parola tartare indica proprio la tecnica della preparazione, che consiste nel battere a coltello l’ingrediente principale, che può essere la carne o il pesce.

Pare che la sua origine sia molto antica e risalga ai tempi dei Tartari, una tribù nomade di origine turche che abitava le zone dell’Asia Centrale. Secondo la tradizione, durante i loro lunghi viaggi questi combattenti erano soliti cavalcare con la carne sotto la sella, così che il movimento causato dal galoppo dei cavalli la ammorbidisse e la rendesse più facile da mangiare.

Oggi questo piatto rappresenta un antipasto elegante e raffinato, diffuso sopratutto in Europa, specialmente in Francia e Italia. Oggi, però, parleremo esclusivamente della tartare di pesce, uno dei piatti a base di pesce crudo più apprezzati in generale. Siete pronti a conoscerne tutti i segreti?

Come cucinare la tartare di pesce crudo: i consigli e i segreti

Prima di tutto, cominciamo dall’ingrediente protagonista: il pesce. Per questa ricetta più che mai è importante tenere sotto controllo la qualità del pesce, dal momento che andrà lavorato e consumato senza essere cotto. È dunque assolutamente obbligatorio abbattere il pesce a una temperatura di almeno – 20 ° C, così che tutti i parassiti siano uccisi e si elimini ogni rischio e pericolo.

Nel caso non abbiate un abbattitore, assicuratevi che il pesce che andrete ad acquistare sia fresco, dopodiché congelatelo in freezer almeno 24 ore prima di consumarlo.

Come pulire il pesce

Detto questo, passiamo al tipo di pesce. Sicuramente tonno e salmone rappresentano i più usati per questa ricetta, ma potete anche realizzare dei piatti meravigliosi con gamberi. pesce spada, branzino, ricciola e tanti altri esemplari.

Per quanto riguarda la tecnica, chiaramente prima di lavorarlo il pesce andrà pulito alla perfezione, e quindi eviscerato, privato di lische e spine e infine battuto al coltello, un modo di lavorare la materia prima che permette di non danneggiare le fibre del pesce.

A meno che non usiate i gamberi, spellate il pesce, incidetelo e togliete tutte le viscere interne e infine utilizzate una pinza per togliere le spine e poi verificate passando la mano sul dorso. A questo punto, una volta che il pesce sarà perfettamente pulito, sciacquatelo sotto acqua corrente e tagliatelo, realizzando prima delle strisce e poi dei cubetti regolari.

Come condire la tartare di pesce

Il condimento, o meglio, la marinatura, è una parte fondamentale di ogni tartare di pesce che si rispetti. Questo permette alla carne di insaporirsi e diventare gustosissima. Nelle ricette di oggi vedremo tante varianti e tanti ingredienti con cui abbinare la tartare, ma ce ne sono alcuni da considerare a tutti gli effetti indispensabili e a cui è impensabile rinunciare. Parliamo di olio, limone e sale, le fondamenta per una marinata che si rispetti.

Una volta tagliato il pesce, mettetelo in una ciotola e conditelo con olio, sale, succo di limone e pepe. Lasciatelo quindi in frigorifero a insaporire per almeno mezz’ora/un’ora di tempo. Come parte acida, al posto del limone potete usare anche lime, arancia o altri agrumi, aggiungere anche il pepe oppure la salsa di soia, che darà un gusto più intenso alla tartare. Attenzione a non metterne troppo o potrebbe essere coprente.

Come servire la tartare di pesce

Oltre alla marinatura, la tartare si può accompagnare con tantissimi ingredienti, specialmente con frutta e verdura, ma anche capperi, acciughe o olive. Quando avrete deciso tutti i sapori, servite la tartare disponendo per ogni porzione un coppapasta sopra ad un piatto piano, poi inserite il pesce e sfilate il coppapasta.

Potete anche servire questa preparazione all’interno di ciotoline monoporzione o bicchierini di plastica trasparenti, perfetti sopratutto per delle mini porzioni da servire durante un buffet o un aperitivo in casa.

Un’ultimo modo di servire questa ricetta è con il pane. Potete addirittura utilizzare un coppapasta di grandi dimensioni per realizzare una sorta di hamburger, da gustare fra due fette di pane e altri ingredienti sfiziosi (vi consigliamo maionese, soia, insalata o pomodori). Oppure, per restare sul classico, servite la tartare su dei crostoni di pane abbrustoliti.

Tartare di pesce: le ricette migliori

Ora che abbiamo scoperto tutti i segreti per preparare e servire una squisita tartare di pesce, vediamo insieme alcune ricette meravigliose. In ognuna di queste useremo un pesce diverso e vi daremo alcuni consigli su abbinamenti, marinatura e tanto altro ancora. Noi non stiamo più nella pelle, e voi? Allora cominciamo subito!

1. Tartare di Tonno rosso

TARTARE DI TONNO
TARTARE DI TONNO

Cominciamo da una delle più amate in assoluto: la tartare di tonno fresco. La carne di questo pesce è succosa, poco grassa, che dà una sensazione fresca in bocca, ma che si presenta anche con un gusto spiccato e deciso. Insomma, siamo davanti a un prodotto di grande qualità, e per questo ci sono tantissimi modi di preparare un piatto gourmet, abbinando al tonno degli altri ingredienti meravigliosi.

La marinatura potete farla anche con la soia, che come insegna il sashimi giapponese, con il tonno si sposa a meraviglia. L’abbinamento più diffuso è quello della tartare di tonno e avocado, che potete preparare realizzando una sorta di guacamole oppure tagliando la frutta a cubetti e adagiandola sotto ai cubetti di tonno.

Se cercate invece delle varianti, potete utilizzare mango, arancia, pistacchi, ma anche zenzero, acciughe, olive e capperi. Scatenate la fantasia con la tartare di tonno!

Ingredienti per la ricetta della tartare di tonno gourmet(per 4 persone)
  • 400 g di trancio di tonno fresco
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • 1 limone
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

2. Tartare di salmone

Tartare di salmone
Tartare di salmone

Se non è tonno… beh, allora è salmone! Parliamo di uno dei pesci più consumati in tutto il mondo, buonissimo se grigliato ma ancora più delizioso se gustato crudo. E la tartare di salmone ne è l’esempio lampante.

Sicuramente uno dei modi per consumarlo in maniera più classica è quello di preparare una tartare di salmone e avocado, tagliando il frutto a cubetti e posizionandolo sotto il pesce marinato con la soia. Tuttavia, parliamo di un pesce che ha una carne molto grassa, e che quindi si sposa perfettamente con sapori acidi che ne vanno a bilanciare il sapore.

Proprio per questo vi proponiamo una tartare di salmone affumicato marinato con arancia e limone e servito con dei finocchi, che vanno a conferire una nota croccante al piatto. Provateci anche voi e stupite tutti con un piatto elegante e saporito!

Ingredienti per la ricetta della tartare di salmone crudo (per 4 persone)
  • 200 g di salmone fresco
  • 2 arance
  • finocchi
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • erba cipollina q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • limone q.b.

3. Tartare di gamberi rossi

tartare di gambero
tartare di gambero

Il gambero è perfetto per realizzare una tartare fresca e saporita, e sopratutto, ideale se si cerca un’alternativa alle preparazioni più classiche a base di tonno e salmone, senza però andare troppo sul ricercato.

Anche in questo caso, la qualità del pesce è fondamentale. I gamberi crudi vanno acquistati freschi e poi abbattuti. La prima fase della preparazione una volta scongelati è la pulizia: eliminate il carapace e il filo intestinale, e infine batteteli a coltello così da non danneggiarne le fibre.

Potete realizzare una classica tartare di gamberi e avocado (anche qui la frutta potete farla a cubetti oppure preparare una fantastica mousse di avocado con olio, sale, pepe e lime) oppure azzardare abbinamenti più sofisticati, come ad esempio la nostra ricetta con mandarini, pepe rosa, salvia e semi di sesamo.

Provate anche voi a preparare la tartare di gambero!

Ingredienti per la ricetta della tartare di gambero (per 4 persone)
  • 20 gamberoni freschi
  • 1 arancia o 2 mandarini
  • salvia q.b.
  • sale q.b.
  • pepe rosa q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • semi di sesamo neri q.b.

4. Tartare di spada

tartare di pesce spada
tartare di pesce spada

Eccoci con un altro crudo di pesce da leccarsi i baffi: la tartare di pesce spada. Questo pesce ha una carne molto compatta e deliziosa, dal gusto intenso ma al tempo stesso delicato. Come salmone e tonno, anche qui si può giocare con tantissimi ingredienti diversi.

Potete esaltare la sapidità del pesce condendo la tartara di pesce spada con un trito di capperi, olive e aggiughe, che aggiungerete nel momento della marinatura, fatta con olio limone sale e pepe, oppure lasciarlo al naturale e accompagnarlo con del sesamo o della salsa di soia.

Anche questo pesce, però, sta molto bene con l’arancia, che con la sua acidità e dolcezza ne tira fuori tutto il sapore. Abbinate anche dell’avocado, del pepe rosa e un pizzico di erba cipollina e avrete fatto bingo!

Ingredienti per preparare la tartare di pesce spada all’arancia (per 4 persone)
  • 4 fette di pesce spada spesse circa 1 cm
  • 2 arance non trattate
  • 1 avocado
  • pepe rosa in grani q.b.
  • olio extravergine q.b.
  • erba cipollina q.b.
  • sale q.b.

5. Tartare di branzino

TARTARE DI BRANZINO
TARTARE DI BRANZINO

Prepariamo ora una tartare di branzino gourmet. Protagonista di questo piatto è un pesce bianco di mare fra i più raffinati in assoluto, il branzino, che fra l’altro è anche molto semplice da pulire. Si tratta di un pesce tenero, corposo e molto delicato in bocca, e che dunque è perfetto da abbinare a sapori forti.

Noi vi proponiamo una versione di questa tartare molto semplice, ma al tempo stesso gustosa e invitante: utilizzeremo nella marinatura il succo di limone, che andremo ad emulsionare con olio, sale e pepe, e la menta, che darà al piatto una nota fresca.

Siete pronti per gustare questa favolosa tartare di branzino?

Ingredienti per la ricetta della tartare di branzino (per 4 persone)
  • 2 branzini
  • succo di un limone
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • menta fresca q.b.

6. Tartare di spigola

Tartare di spigola
Fote foto: https://www.flickr.com/photos/68147320@N02/

La tartare di spigola, condita con succo di arancia e pistacchi, è un ottimo modo per portare in tavola un antipasto fresco, delizioso e poco impegnativo. Una volta pulita la spigola, dovrete marinarla e preparare gli altri ingredienti per condirla, e il gioco è fatto!

Per questa preparazione, lasciate marinare la spigola tagliata a coltello in frigorifero con olio, succo di limone e sale. Intanto preparate l’emulsione con il succo d’arancia, il sale, il pepe e i pistacchi, che dovrete prima tritare finemente. Una volta marinato il pesce, servite la tartare con l’emulsione sul fondo, e buon appetito!

Ingredienti per la ricetta della tartare di spigola (per 4 persone)
  • 500 g di spigola
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 2 cucchiai di succo d’arancia
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • pistacchi tritati q.b.
  • succo di 1/2 limone

7. Tartare di ricciola

tartare di ricciola
tartare di ricciola

Passiamo ora a un altro piatto dal sapore meraviglioso: la tartare di ricciola. Questo è senza dubbio il più pregiato dei pesci azzurri e si presenta con una carne robusta, compatta, con un sapore deciso che ricorda vagamente quello del tonno rosso, sebbene il suo colorito sia più tendente al rosato.

Il suo è un sapore raffinato, elegante, ideale per creare piati gourmet, e non a caso la sua carne è utilizzata spesso per ricette crude, fra cui sushi, sashimi e ovviamente, tartare.

Potete abbinarlo a piacere con frutta, verdure e salse di vario tipo. Noi vi proponiamo una marinatura con limone, olio, sale e pepe, delle coste di sedano per conferire al piatto una nota croccante e infine della bottarga fresca, che darà al piatto sapidità. In sostituzione a quest’ultima, potete anche optare per della salsa di soia.

Ingredienti per la ricetta della tartare di ricciola crudo (per 4 persone)
  • 500 g di ricciola
  • 2 coste di sedano
  • 1 limone
  • pepe rosa q.b.
  • olio di oliva q.b.
  • bottarga q.b.

8. Tartare di orata

Tartare di orata
Tartare di orata

Con la tartare di orata vogliamo proporvi una versione di questo piatto un po’ più esotica. L’orata è un pesce pulito, fresco, delicato e leggero, e la sua carne si presta a moltissime preparazione e abbinamenti di diverso tipo proprio grazie al suo sapore versatile.

In questa tartare andremo a marinare il pesce con lime, pepe rosa, sale e olio di oliva e abbineremo poi all’orata una cipolla di tropea tagliata sottilmente, dell’erba cipollina, qualche pomodorino e del mango tagliato a cubetti. Oltre all’avocado, infatti, il mango è uno dei frutti più utilizzati nella tartare di pesce, perché la sua dolcezza si sposa perfettamente con il sapore del pesce.

Abbiamo scelto di usare così tanti ingredienti proprio per la delicatezza del pesce e per esaltarne il suo gusto.

Ecco a voi questa meravigliosa tartare esotica!

Ingredienti per la tartare di orata al mango e lime (per 4 persone)
  • 150 g di filetto di orata
  • ½ mango
  • il succo di 3 lime
  • 1 cipolla di Tropea piccola
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • erba cipollina q.b
  • sale q.b
  • pepe rosa q.b
  • insalata q.b
  • 4 pomodorini

9. Tartare di merluzzo

tartare di merluzzo
tartare di merluzzo

Passiamo ora a una carne più saporita, buona se condita sia con aromi e sapori mediterranei, sia con frutta e verdura. Ecco a voi la tartare di merluzzo, una ricetta forse più inusuale rispetto alle altre tartare, ma che si presta a tantissime preparazioni.

Semplice, gustosa e consistente, la carne di merluzzo è ideale se abbinata agli agrumi, ma anche a capperi olive e acciughe. Il suo sapore, inoltre, è talmente deciso che la si può consumare anche in maniera classica, con olio sale pepe e limone.

Noi oggi vi proponiamo un abbinamento con mango, scalogno, lime e mentuccia, degli aromi che daranno al pesce un gusto molto originale e sofisticato. Provare per credere!

Ingredienti per la ricetta della tartare di merluzzo al mango (per 4 persone)
  • 300 g di merluzzo
  • 1 mango
  • 1 limone
  • 1 lime
  • 2 scalogni
  • 1 ciuffetto di mentuccia
  • 4 cucchiai circa di olio di oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

10. Tartare di ombrina

tartare di ombrina
tartare di ombrina

L’ombrina è un pesce leggero e ricco di proteine, e la sua carne è molto delicata, per questo è consigliabile trattarla e abbinarla a sapori che non coprano il suo gusto raffinato. A maggior ragione questo principio deve essere applicato se si preparare una tartare di ombrina.

Questa è una ricetta con uno spirito mediterraneo: capperi, pomodorini, olio di oliva e limone, un mix perfetto per un antipasto di gran classe. Provate questa tartare con ombrina, stupirete tutti quanti i vostri ospiti a cena!

Ingredienti per la ricetta della tartare di ombrina (per 4 persone)

  • 450 g di ombrina
  • 90 g di capperi
  • 40 g di pistacchi
  • 12 pomodorini
  • succo di 1 limone
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Il ricettario d’autunno per piatti gustosi e profumati

TAG:
Cucina italiana

ultimo aggiornamento: 06-08-2018


Marmellata di fichi fatta con il bimby: la ricetta!

Muffin senza farina di frumento: la ricetta senza glutine