Tutti gli utilizzi dello zenzero dall’ambito culinario a quello terapeutico

Gli utilizzi dello zenzero in cucina e in medicina per il benessere fisico e mentale.

I benefici dello zenzero possono essere apprezzati sia in ambito terapeutico che culinario. Per questo motivo lo si utilizza moltissimo, sia per preparare pietanze o decotti che per la preparazione di integratori naturali. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e digestive sono sempre di più le persone che ogni giorno lo acquistano e lo tengono sempre in casa. Lo si può facilmente acquistare sia in polvere che in radice in quasi tutti i supermercati e mercati all’aperto. Vediamo quali sono tutti gli utilizzi dello zenzero.

Tornare in forma e digerire meglio grazie ai molteplici utilizzi dello zenzero.

In ambito culinario lo zenzero si utilizza in in polvere che in radice. Quando si preparano dei decotti o delle tisane è preferibile tagliuzzare la radice e farla bollire. Il sapore, però, è un po’ piccante, quindi è bene non esagerare nelle dosi. Inoltre, lo si può accompagnare ad erbe rinfrescanti come la menta e la citronella. Lo zenzero è anche perfetto per la preparazione di piatti a base di carne, pesce e verdure. Potrebbe, dunque, essere sostituito al pepe e utilizzato insieme alla curcuma e al sale. Infine, per quanto riguarda i dolci lo si può utilizzare per preparare dolcetti e torte con mandorle e carote.

In ambito terapeutico, invece, lo zenzero può essere usato come antinfiammatorio, analgesico e digestivo. Per curare, ad esempio, mal di testa o mal di schiena si può assumere lo zenzero sotto forma di tisana o decotto e berlo senza zucchero. Aggiungere a piacere eucalipto, limone o lime. Lo stesso vale in caso di raffreddore e febbre in quanto riesce a liberare le vie respiratorie e ad avere un po’ di sollievo. Infine, per problemi digestivi provare a mangiare un pezzettino di zenzero candito.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 30-05-2017

X